deutsch italiano english

Scuola d'alpinismo

+++ il programma 2019 è online +++ Settimane di scialpinismo+++ gite giornaliere con le ciaspole Merano 2000 +++ Settimane con le racchetta da neve +++

 

 

Settimane escursionistiche Lana

dal 23 aprile - 18 maggio 2018

Escursioni in cima dal 18 giugno - 06 luglio 2018

Escursioni d'autunno dal 08 - 26 ottobre 2018

 

     

 

Tra montagne e vallate – passo dopo passo, la zona escursionistica di Merano e dintorni è un vero paradiso per tutti gli sportivi e amanti della natura. Dalla val Venosta fino ai confini meridionali della regione, innumerevoli possibilità e diversità di paesaggi vi attendono. Durante le settimane escursionistiche ”Wandercamp 2018” vi accompagnano Birgit e Robert Erb, le esperte guide alpine di Meranalpin tre volte in settimana: lunedì, mercoledì e venerdì si parte assieme dall’Associazione Turistica di Lana alle ore 9.15. Per partecipare è necessaria la prenotazione.

Ulteriori informazioni e prenotazione presso: Associazione turistica Lana e dintorni
Costi: Euro 18,00 a persona

Sono richiesti: passo sicuro, buona condizione fisica, esperienza escursionistica.
Equipaggiamento necessario: scarpe da trekking o da montagna, pullover, giacca a vento, berretto, guanti, merenda al sacco, occhiali da sole,protezione solare, bastoni da montagna.

 

 

 

Programma settimane escursionistiche:

 

23.04.

Passeggiata Graf Volkmar

Dalla stazione a valle della funivia di Postal per Verano saliamo lungo la passeggiata Graf Volkmar che ci porta attraverso un bosco di latifoglie fino alla chiesa di Postal. Il sentiero si snoda in serpentine fino al “Wieslerhof” e continua fino al “Koflerhof” e il “Hecherhof”. A quest’ultimo ci fermiamo per la pausa pranzo. Lungo la discesa oltrepassiamo altri masi tipici e torniamo a Postal.

 

25.04.

Grissiano – Apollonia

Iniziamo il nostro percorso a Grissiano seguendo un largo sentiero fino a giungere alla chiesetta romanica di San Giacomo. Proseguiamo attraverso la gola del rio di Grissiano fino alla chiesetta di Santa Apollonia. Da qui la vista sulle Dolomiti è spettacolare. Scendiamo a Sirmiano e attraverso la gola del rio di Nalles ritorniamo a Grissiano.

 

27.04.

Alta via di Caldaro - Gummererhofo

Da S. Antonio a Caldaro seguiamo la via forestale in lieve salita fino all’alta via di Termeno e, strada facendo, ammiriamo il panorama con vista sul lago di Caldaro e le Dolomiti in lontananza. Giunti al “Gummererhof” ci fermiamo per una breve pausa e torniamo al punto di partenza passando da Altenburg.

 

 

30.04.

Percorso dei masi “Ultner Höfeweg” – Val d‘Ultimo

Da Pracupola in val d’Ultimo iniziamo l’escursione lungo il pendio soleggiato. Addentrandoci in valle sul vecchio percorso dei masi “Ultner Höfeweg” oltrepassiamo i tipici masi rurali e saliamo verso Sta. Geltrude. Dopo un breve ristoro visitiamo gli impressionanti larici millenari e attraversando prati fioriti torniamo a Pracupola.

 

02.05.

Sentiero dei 1000 scalini

Con la funivia del monte Tessa raggiungiamo l’alta via di Merano n 24 nel Parco Naturale Gruppo di Tessa. Ci incamminiamo verso ovest lungo il sentiero panoramico del Monte Sole venostano, incontrando una vegetazione stepposa molto particolare. Si sale e si scende, superando innumerevoli gradini e attraversando diverse gole lungo il percorso. I vari masi con le loro bellissime terrazze panoramiche invitano alla sosta. La stazione a monte della funivia “Unterstell” rappresenta la nostra meta.

 

04.05.

Malga Wurzer – Avelengo

Da Avelengo ci incamminiamo lungo prati e attraverso boschi fino alla malga “Leadneralm” con vista panoramica sulla valle dell’Adige. Continuiamo l’escursione lungo una comoda via forestale fino alla malga “Wurzeralm” dove ci fermiamo per un breve ristoro. Lungo un sentiero in mezzo al bosco torniamo ad Avelengo.

 

 

07.05.

Schöneck (1770 m) – Laghetto di Tret

Raggiungiamo il passo delle Palade e iniziamo l’escursione lungo un sentiero boschivo, camminando fino al punto panoramico “Schöneck” sulla costiera della Mendola. Attraverso Moschen raggiungiamo il laghetto alpestre di Tret. Dopo una breve sosta ritorniamo al punto di partenza.

 

09.05.

Tschaufen

Da Frassineto iniziamo l’escursione in direzione sud su strada forestale fino al rifugio “Tschaufenhaus” con bellissimo panorama sulla valle dell’Adige. Lungo un percorso circolare fra prati alpestri e boschi di larici raggiungiamo il rifugio “Gschnofer Stall” a 1439 m, dove ci fermiamo per un breve ristoro. La via del ritorno ci porta attraverso i tipici boschi di larici dell’altopiano del Salto fino al punto di partenza.

 

11.05.

Ultner Talweg – da S. Valburga a S. Pancrazio

Con l’autobus di linea andiamo fino a S. Valburga in val d’Ultimo e iniziamo l’escursione sul sentiero “Ultner Talweg“. Passando dal maso “Oberberghof“ continuiamo sulla via soleggiata fino a S. Pancrazio. Questo percorso panoramico segue i vecchi sentieri da maso a maso, offrendo uno sguardo alla vita contadina. Da S. Pancrazio torniamo a Lana in autobus. Sul percorso non ci sono stazioni di ristoro.

 

 

14.05.

Giro delle malghe di Fontanabianca

Raggiungiamo il bellissimo lago di Fontanabianca in fondo alla val d’Ultimo. Il sentiero ci porta lungo i colli esposti a sud, disseminati di rose alpine fino alla malga “Pligeralm”, poi alla malga “Tuferalm” e infine alla malga “Flatschbergalm”. Dopo un breve ristoro scendiamo ai masi “Pilshöfe” e torniamo al lago di Fontanabianca.

 

16.05.

Monte Catino grande 2422 m

Da Falzeben iniziamo il percorso e saliamo al giogo “Missensteinjoch” (2128 m). Proseguendo oltrepassiamo il rifugio Kesselberg e raggiungiamo il monte Catino grande (2422 m) dove ammiriamo lo spettacolare panorama fino alle Dolomiti. Scendiamo al rifugio Mittager e poi al rifugio Meranerhütte (1960 m) e torniamo al punto di partenza.

 

18.05.

Monte San Vigilio – malga di Naturno – percorso “Alpenrosenweg„

Dal monte San Vigilio iniziamo l’escursione attraverso folti boschi di pini e larici nei pressi del “Rauhen Bühel“ con spettacolare vista sulla Guardia Alta e il gruppo del Tessa fino alla malga di Naturno.

 

 

 

Programma escursioni in alta quota:

Partenza/ritrovo: ore 8.20 presso l'Associazione turistica Lana e dintorni
A tu per tu con le croci delle vette più famose: un respiro a pieni polmoni e la sensazione di incredibile appagamento ci confermano che ce l’abbiamo fatta! Birgit e Robert Erb saranno lieti di accompagnarvi tre volte in settimana lungo itinerari favolosi immersi tra malghe e cime stupende.

Sono richiesti: passo sicuro, buona condizione fisica, esperienza escursionistica.
Equipaggiamento necessario: scarpe da trekking o da montagna, pullover, giacca a vento, berretto, guanti, merenda al sacco, occhiali da sole,protezione solare, bastoni da montagna.

 

18.06.

Vedetta Alta (2627 m)

Raggiungiamo la val d’Ultimo e continuiamo per Proves fino al parcheggio “Hofmahd”. Qui iniziamo l’escursione oltrepassando le malghe di Cloz e Revò e lungo il sentiero Bonacossa giungiamo alla malga “Kesselalm”. Lungo il percorso ammiriamo il panorama con vista sul gruppo del Brenta. Dalla malga “Kesselalm” il sentiero sale lungo ripidi prati tra la cima Ometto e la cima “Reatspitz”. Il sentiero sale ancora più ripido fino alla cima della Vedetta Alta. Ritorniamo al punto di partenza lungo la stessa rotta.

 

20.06.

Colle Largo (2287 m) – Val d’Ultimo

Da S. Geltrude ci addentriamo nella valle “Klapfbergtal” e attraverso freschi boschi saliamo fino alla malga Londai (2084 m) in posizione panoramica. Dopo una breve sosta ci portiamo in vetta al Colle Largo dove ammiriamo il panorama su tutta la val d’Ultimo. Torniamo lungo la stessa rotta dell’andata.

 

22.06.

Monte Macaion (1861 m)

Dal ponte “Lochmann” sulla via delle Palade percorriamo sentieri boschivi e forestali oltrepassando il laghetto di Tret per raggiungere il punto panoramico, alto sopra la val d’Adige con spettacolare vista sul lago di Caldaro e le Dolomiti in lontananza. Riscendiamo al punto di partenza lungo la stessa rotta.

 

 

25.06.

Monte Cornicolo minore (2.311 m)

Dalla strade per Proves saliamo in mezzo a bellissimi prati e oltrepassiamo la malga Obere Weissalm per continuare sulla forcella che ci porta in cima al Monte Cornicolo minore. Da qui la Vista panoramica sulle Dolomiti e sul gruppo del Brenta è grandiosa. Scendiamo fino alla malga Revò, dove inseriamo una breve sosta per poi tornare al punto di partenza, dall'ufficio informazioni Lana, ore 8.20 (su prenotazione).

 

27.06.

Cima Matatz (2179 m)

Dal parcheggio a Ulvas, vicino a Moso in Passiria seguiamo un sentiero forestale fino ad arrivare alla malga di Ulvas. Il sentiero si fa più ripido e passa attraverso boschi di larici, poi lungo i colli liberi fino alla cima Matatz con spettacolare vista su le Alpi di Stubai e Ötztal. La via del ritorno si snoda in gran parte sul medesimo percorso dell’andata.

 

29.06.

Cima del Dosso (2719 m)

Dalla diga di Vernago in val Senales saliamo lungo le ripide serpentine, attraverso i boschi di abeti rossi e poi di larici fino al limite della vegetazione arborea. Si prosegue lungo i colli liberi con vista sui ghiacciai delle Alpi Venoste fino a raggiungere la cima del Dosso. La via del ritorno si snoda lungo quella dell’andata.

 

 

02.07.

Moncucco – “Orenknott” (2258 m)

Con la funivia del monte Tessa raggiungiamo l’albergo “Giggelberg”. Da qui saliamo per i boschi e poi su un sentiero stretto e lungo ripide malghe fino a giungere alla croce in vetta al Moncucco. Da qui ammiriamo il bellissimo panorama. Lungo l’alta via di Merano ritorniamo alla stazione a monte della funivia.

 

04.07.

Monte Luco Grande (2434 m)

Raggiungiamo la val d’Ultimo fino a poco prima di Proves. Da qui iniziamo la salita, oltrepassando la malga e il passo Castrin. Attraversiamo bellissimi colli disseminati di orchidee e rododendri fino al piccolo giogo lungo un ripido percorso ghiaioso e raggiungiamo la croce in vetta al monte Luco. Riscendiamo lungo la stessa rotta ammirando il panorama del gruppo del Brenta.

 

06.07.

Gran Ladro (2720 m) – Laghi del Covolo

Raggiungiamo la trattoria Steinrast a 1710 m in val d’Ultimo. Iniziamo l’escursione seguendo un sentiero pianeggiante, che poi inizia a diventare più ripido e proseguiamo fino alla malga del Covolo a 2312 m e poco dopo ai laghi del Covolo. Su un ripido sentiero e lungo il traversone del monte raggiungiamo la cima del Gran Ladro. Dopo una meritata sosta iniziamo la discesa sulla stessa via della salita.

Salvo variazioni!

 

 

Escursioni autunnali

Anche in autunno, quando la Natura si mostra nel suo vestito più bello e la calura estiva lascia spazio a temperature più fresche, innumerevoli itinerari invitano a intraprendere delle belle escursioni. Le esperte guide Birgit e Robert Erb saranno liete di accompagnarvi tre volte in settimana lungo itinerari tra la val di Non e la val Venosta. Partenza: ore 9.30 presso l'Associazione turistica Lana e dintorni

Sono richiesti: passo sicuro, buona condizione fisica, esperienza escursionistica.
Equipaggiamento necessario: scarpe da trekking o da montagna, pullover, giacca a vento, berretto, guanti, merenda al sacco, occhiali da sole,protezione solare, bastoni da montagna.

 

08.10.

Cima della Muta (2294 m)

Raggiungiamo i masi della Muta in funivia da Tirolo. Dopo aver ammirato il bellissimo panorama sulla val Venosta e la valle dell’Adige iniziamo la ripida salita, attraversando bellissimi prati alpestri e freschi boschi fino all’albergo Mutkopf a 1684 m. Ora seguiamo un sentiero ripido in direzione della cima. Superiamo gli ultimi metri in mezzo ai massi fino a raggiungere la croce della cima. Riscendiamo sulla stessa via della salita.

 

10.10.

Gran Ladro (2720 m) – Laghi del Covolo

Raggiungiamo la trattoria Steinrast a 1710 m in val d’Ultimo. Iniziamo l’escursione seguendo un sentiero pianeggiante, che poi inizia a diventare più ripido e proseguiamo fino alla malga del Covolo a 2312 m e poco dopo ai laghi del Covolo. Su un ripido sentiero e lungo il traversone del monte raggiungiamo la cima del Gran Ladro. Dopo una meritata sosta iniziamo la discesa lungo lo stesso itinerario della salita.

 

12.10.

Guardia Alta val Passiria (2452 m)

Da Vernurio sopra Rifiano in Val Passiria iniziamo la nostra escursione che dapprima attraversa un bel bosco di larici. Oltrepassiamo la malga Reichenmahd e la cresta Hahnenkamm fino alla malga Obisell superiore. Dopo aver raggiunto la cima, il bellissimo panorama sul gruppo di Tessa ci appaga dalle fatiche. Ritorniamo al parcheggio attraversando la valle di Saltusio.

 

 

15.10.

Escursione sul monte Cervina

Raggiungiamo “Klammeben” in val Passiria e iniziamo la nostra escursione lungo il sentiero che porta alla malga “Mahdalm” con bella vista sul gruppo di Tessa e fino a Merano. Scendiamo per raggiungere la malga “Gompnalm” fino a Prenn, dove alla stazione intermedia prendiamo la funivia per scendere in valle.

 

17.10.

Malga “Riemerberglalm” – Val d’Ultimo

Dal maso “Simianerhof” saliamo fino alla malga “Marschnellalm” e lungo un sentiero panoramico fino alla malga “Riemerberglalm”. Tornando passiamo dalla malga “Kühbergalm” e torniamo al punto di partenza.

 

19.10.

Sentiero “Vellauer Felsenweg” (solo per chi non soffre di vertigini!)

Da Velloi imbocchiamo il sentiero roccioso (molto esposto!) e saliamo ai masi della Muta. Continuiamo il cammino lungo il famoso “Hans- Frieden-Weg”, che è parte dell’Alta via Meranese. Da qui la vista sulla conca di Merano e sulla malga “Leiteralm” è spettacolare.

 

 

22.10.

Ortler Hühnerspiel

Raggiungiamo “Ausserkaserbach“ in Val d’Ultimo e ci incamminiamo lungo un sentiero forestale in direzione S. Elena, deviando però per una cresta rocciosa fino al “Ortler Hühnerspiel“. Ora inizia la discesa alla malga “Inner Falkomai“ attraverso la bellissima valle “Kirchbachtal“ fino alla malga “Mariolberg“. Dopo un breve ristoro torniamo verso S. Elena e al punto di partenza.

 

24.10.

Tschaufen

Da Frassineto iniziamo l’escursione in direzione sud su strada forestale fino al rifugio “Tschaufenhaus” con bellissimo panorama sulla valle dell’Adige. Lungo un percorso circolare fra prati alpestri e boschi di larici raggiungiamo il rifugio “Gschnofer Stall” a 1439 m, dove ci fermiamo per un breve ristoro. La via del ritorno ci porta attraverso i tipici boschi di larici dell’altopiano del Salto fino al punto di partenza.

 

26.10.

I castelli d’Oltradige

Da Andriano c’incamminiamo oltrepassando la torre “Kreideturm” per giungere al castel d’Appiano, alto sopra la valle d’Adige con i suoi affreschi in stile romanico. Proseguiamo per il castel Boymont e attraversi Missiano fino al punto di partenza.

 

salvo modifiche

 

 

 

Gli esercizi che aderiscono a questa iniziativa:
Gli ospiti degli esercizi aderenti possono partecipare gratuitamente alle escursioni.

Hotel Gschwangut
Bio Vitalhotel theiner's garten
Hotel Schwarzschmied
Hotel Kröllnerhof
Pensione Pfeiss
Hotel Tiefenbrunn
Pensione Petra
Pensione Weingarten
Appartamenti Kreuzwegerhof
Pensione Valtnaungut
Hotel Ristorante Kirchsteiger

 

 

salvo modifiche

Scuola d'alpinismo MeranAlpin, Part. IVA 02339870210 - Informazione legale - Privacy - Contatto - Meteo - Chi siamo